lunedì 26 settembre 2011

Ciambelline al mosto

Questa è una ricetta di Gisella Mancini che pubblicà su Il cortile delle matte. Mi incuriosiva, l'ho voluta provare e ci è piaciuta molto. Certo il sapore è particolare, sicuramente non assomiglia ai dolci che siamo abituati mangiare oggi, però ti lascia un'aroma in bocca squisito. Si conservano per giorni, in un sacchetto o ocperte, oppure facendo delle fettine mono porzione in freezer.

Ciambelline al mosto

Ingredienti

500 g di farina di forza
mezzo bicchiere di olio di oliva
1/4 di litro di mosto di uva (o poco più) fresco
5 cucchiai rasi di zucchero
una manciata di semin di anice
 (o uvetta ammollata in acqua calda e strizzata)
1 cubetto di lievito di birra
(o una bustina di mastrofornaio)

Sciogliere il Ldb in poco mosto tiepido, se si usa il lievito fresco; quindi imapstare tutto fino ad avere un composto morbido. Impastare molto bene, se non si ha l'impastatrice. Formare due ciambelle, o anche un'unica ciambella, da mettere nello stampo oliato e ben infarinato, quindi far lievitare fino al raddoppio. Spennellare con latte e cuocere per 30 minuti in forno caldo a 180°, quindi alzare a 200° per circa 10 minuti.

Nessun commento:

Posta un commento