sabato 27 ottobre 2012

Biscotti sablè

Immagine
Anche questi biscotti fanno parte del vassoio che preparai per la sposa. Devo dire che uno è migliore dell'altro. E se si aggiunge il nome di Pinella alla ricetta, non può che essere una meraviglia.
 
 
Pasta sablè Pinella
 
Ingredienti
 
375 gr farina
70 gr fecola
125 gr zucchero a velo
sale
scorza di limone
250 gr burro morbido
 
Riunite in una ciotola g 375 di farina setacciata, g 70 di fecola, g 125 di zucchero a velo, un pizzichino di sale, un cucchiaino di vaniglia oppure scorza di limone, g 250 di burro morbido e a pezzetti. Impastate brevemente come per la frolla, quindi completate velocemente sulla spianatoia e fate riposare una mezz'ora in frigo. Si fanno i cerchi, di cui uno forato al centro. si cuociono separatamente poi, si incollano con della marmellata oppure crema gianduia. D'obbligo la spolverata di zucchero al velo.

domenica 21 ottobre 2012

Biscotti cappuccino

Immagine
 
 
 
I biscotti cappuccino è una ricetta di qualche tempo fa di Pinella. Quando li feci la prima volta fu amore a prima vista. Li ho fatti tante volte, anche per una sposa (vedi foto) e hanno sempre riscosso un successo unico. Hanno solo un difetto...si volatizzano!
Non amo in modo particolare la pasticceria secca, però questa non è pasticceria è delizia pura per il palato!
Grazie Pinella per condividere con noi le tue sempre splendide ricette.
 
 
Pasta frolla al capuccino
 
Ingredienti
(Per 45 biscotti)

125 gr di margarina
100 gr di zucchero al velo
1 uovo
100 gr di fecola
150 gr di farina
1 bustina di polvere per cappuccino istantaneo
100 gr di glassa al cioccolato o cioccolato di copertura


In una ciotola lavorate a crema la margarina ammorbidita con lo zucchero, l’uovo, la fecola, la polvere del cappuccino e un terzo della farina, usando le fruste alla massima velocita’.Poi aggiungete a poco a poco la farina rimasta e mescolate bene. Riempite una sac a’ poche con bocchetta a stella e distribuite il composto su una placca da forno, formando dei cerchi, degli archetti, dei bastoncini oppure delle “S”.
 
 
 
Dopo la cottura in forno ventilato a 180°C per 12 minuti circa, fate raffreddare i biscotti su una gratella e intingeteli per meta’ nella cioccolata fusa.
Consiglio di Pinella.
Io adopero 2 bustine di polvere per cappuccino. Per fare ulteriormente risaltare il gusto spolverizzo la glassa calda con un po’ di polvere o con del caffe’ macinato finissimo.


venerdì 12 ottobre 2012

Bubble gum dispenser

L'avevo visto su facebook ed è stato amore a prima vista. Non potevo non farlo. Così un po' per rilassarmi, un po' perchè ultimamente non ho voglia di fare nulla, sono andata alla cernita di quello che mi occorreva.
Il vaso risulta un poco grande rispetto alla boccia di vetro, però ho trovato solo questa girando mezza Bologna, per cui mi sono decisa ad utilizzarla ugualmente. Tutto sommato il risultato non è malvagio.
Per fare questo dispenser occorre:
 
un vaso di terracotta per fiori
un sottovaso in terracotta
una boccia per composizioni floreali o per pesciolini rossi
anelle per tende in legno
palline in legno
colorante acrilico
colla vinilica
nastro se piace
 
Ho preso il vaso, il coperchio, l'anella e la pallina e le ho colorate
 
Poi ho diluito la colla vinilica con la stessa quantità di acqua e ho ripassato il tutto per fissare il colore
quindi ho preso della colla universale (volendo anche colla a caldo) e ho fissato la boccia
 
 
stessa cosa per le anelle e la pallina
 
 
 


 
Ho atteso che si asciugasse il tutto, rifinito con nastro e...riempito di chewing gum. Il gioco è fatto.-)!

venerdì 5 ottobre 2012

Panini ai wurstel

Ieri ho rifatto questi panini dopo anni che non li facevo.  Li fece mia figlia ad un corso di cucina per bambini, loro li presentarono come panino per merenda, io li ho rifatti diversi volte, più grandi più piccoli, a bocconcino per buffet, sono sempre venuti benissimo e hanno sempre riscosso un gran successo. Anche ieri, intanto che li avevo nel forno, sono arrivati degli amici di mia figlia e sono finiti in un attimo. Io che li volevo congelare per merenda:-), li tornerò a fare. Anche congelati rimangono squisiti.

Panini ai wurstel
 
dose per
10x12 invitati

1 Kg di farina
500 gr acqua tiepida
6o gr di lievito di birra
150 gr olio extravergine di oliva
70 gr zucchero
15 gr di sale
15 wurstel standard
1 uovo

In una grande ciotola metti la farina, il lievito sbriciolato, l'acqua, l'olio,lo zucchero e il sale. Con le mani impasta bene, dovrai ottenre un impasto liscio e morbido come il lobo del tuo orecchio (riporto testualmente le parole usate dalla dispensa del corso)
 

Copri la ciotola con un'altra e riponila nell'angolo più caldo della tua casa, poi aspetta per un'oretta e mezzo.
 
 Nel frattempo preparare i wurstel della grandezza desiderata . Accendere il forno a 200 gradi, ma prima togliere la placca e rivestirla di carta  da forno,dividere l'impasto in 30 palline uguali
 
 
prenderne una alla volta,appiattirla e metterci il mezzo wurstel
 
poi richiudere bene.
 
 

fare cosi con tutti i panini. Pennellarli con uovo sbattuto per lucidarli ( io non li lucido)
Aspettare altri 15 minuti.Mettere al forno per 15-20 minuti finche' dorati.
Se si congelano, lasciarli due o tre minuti in meno, poi ripassarli per un minuto o due una volta scongelati.

Sasluto a San Petronio

Ieri sera il Comune di Bologna ha organizzato i fuochi d'artificio, dopo varie attrazioni, per concludere la festa di San Petronio, che quasi sicuramente sarà l'ultima volta in cui si potrà onorarla il 4 ottobre. Dall'anno prossimo, se non cambierà nulla, si festeggerà la domenica più vicina al giorno del Patrono. E' stato davvero un bellissimo spettacolo, tanta gente, tanti fuochi, peccato la macchina fotografica non sia stata capace di catturare l'atmosfera, ma la posizione era quella che era e i fuochi sono difficili da riprendere.Chi era di fronte al Palazzo del Comune ha potuto godere anche della vista della scritta San Petronio luminosa, noi eravamo di fianco l'abbiamo solo intravista.
video
Metto il video della scarica finale, gli ultimi 30 secondi, è stata un'emozione incredibile. Sinceramente non ero mai andata a vedere i fuochi in Piazza, devo dire che c'è stato un momento in cui davvero mi sono emozionata.
San Petronio, ovunque ti sposteranno come ricorrenza, per noi il tuo giorno rimarrà sempre il 4 Ottobre!

giovedì 4 ottobre 2012

4 Ottobre: S.Petronio e nostalgia!

Auguri a tutti i bolognesi!! oggi Patrono di Bologna. Non posso fare a meno, come tutti gli anni, di essere un poco nostalgica. La mia mente mi riporta a quando ero più giovane, a quando abitavo a Bologna (ora sono in provincia) e il giorno del Patrono era festa grande.  Si andava in Piazza (Piazza Maggiore per chi non fosse del luogo) a vedere il Gigante, si faceva un giro con il vestito della festa e incontravo tanti nonnini (per me allora, che ero una bambina.-)), tutti vestiti di nuovo con l'Unità (unico giornale allora che girasse per Bologna:)) sotto al braccio che discutevano in Piazza Maggiore. Poi passavamo davanti alle vetrine del bar Zanarini, sotto al portico del Pavaione,  e là mi incantavo ad osservare tutte quelle delizie esposte.  Credo che queste immagini resteranno indelebili finchè vivrò. Purtroppo oggi la festa non è più così sentita nemmeno in città, si sono perse tante cose che credo sinceramente sia un peccato. Ed in tema di nostalgia, ieri mi sono cucinata un bel piatto di tagliatelle al sugo, solo che avevo abbondato un poco nella dose, essendo fresche ed ormai sono abituata ad utilizzare la grammatura di quelle compere.(, non ho ben saputo dosare la giusta quantità.
 Fortuna ha voluto che ne rimanesse proprio un bel piattino  e quando mia figlia mi ha chiesto se le avrebbe riscaldate per il giorno dopo, io ho prontamente risposto che quelle erano mie e che lei non riscaldava proprio niente. Al che mi guarda e dico: "queste faranno la crosticina come la pasta che mi riciclava la nonna". Lei figlia del vecchio millennio, ma solo per pochi mesi, mi guarda un poco scettica e mi dice...va bene. Poi, finalmente è arrivata la sera, ho messo sul fuoco il mio tegamino di pasta, bassino bassino, ho lasciato che pian piano si attaccasse al fondo per poi ristaccarla con la forchetta, intanto si formava quella bella crosticina dorata e...ed è finita proprio come allora: ci siamo litigate il tegamino per staccare i pezzetti di tagliatelle rimasti sul fondo.-).
Che buoni ricicli si facevano una volta!:))

martedì 2 ottobre 2012

Sbriciolato di Gisella Mancini


Quando feci la torta di ricotta, Gisella mi disse che ne faceva una simile anche lei, una crostata che aveva sempre visto fare in casa sua. Pubblicò la ricetta su il cortile della matte e io ovviamente non potevo non farla, le sue ricette sono sempre semplici e squisite. Putroppo questa volta non mi è venuta troppo bene esteticamente, ho utilizzato una teglia troppo grande e la pasta è risultata essere poca, però il sapore era ottimo come le altre volte. Ottima per colazione, come fine pasto, come merenda per i bambini, quasi quasi anche come piatto unico.-)).
Provatela!

Sbriciolato di Gisella 
 Ingredienti
 

300 g farina
150 g zucchero
100 g burro morbido
1 uovo
1/2 bustina di lievito per dolci
buccia grattugiata di 1 limone
 
Impastare grossolanamente gli ingredienti.L'impasto deve rimanere sbriciolato. Versarne metà un una teglia da 22 cm,battere la teglia per formare uno strato uniforme. Coprire con marmellata, o crema pasticciera, o con Nutella, o ancora con ganache al cioccolato...
Ricoprire con il restante impasto, battere di nuovo un poco la teglia per sistemare i bricioloni
 
e cuocere a 180° per 30', o comunque fino a doratura. Spolverare, se piace, con zucchero a velo.

lunedì 1 ottobre 2012

Crostata patate cipolla pancetta


Appena ho un poco di tempo vado sempre a visitare il Cucinario di Nonna Ivana, è un posto incantevole, anzi è grazie o per colpa di Ivana che ho deciso di aprire un mio blog. E' la mia musa ispiratrice, anche se sono ben lontana dalle sue capacità. L'altro giorno ha pubblicato la ricetta della sua crostata di cipolle che ho deciso subito di farla. Rispetto a lei, ho notato che ho tirato la pasta più sottile e aggiunto più pancetta, ma devo dire che è risultata squisita, altrimenti non poteva essere. E' una garanzia. 
 
Crostata patate cipolla pancetta
Ingredienti

500 g cipolle dorate tritate
130 g patate tritate
olio, sale e pepe, origano
3 uova grandi
1 cucchiaio colmo di farina
50 g circa latte
30 g parmigiano reggiano grattugiato
100 g pancetta bolognese a fette, poi tritata
 
Per la brisè
 
200 g farina 0
90 g burro freddo a fette
70 g acqua minerale frizzante fredda
 gocce di limone
un pizzico di sale

Appassire in padella antiaderente con olio extra vergine d'oliva le cipolle per una decina di minuti scoperto;
 
 
aggiungere le patate a dadini,
 
mescolare e chiudere con coperchuio, altri 20 minuti di cottura, scoprire e asciugare altre pochi minuti.Fare raffreddare

Nel frattempo fare la brisé. Impastare, fare una palla e mettere al fresco a riposare.
Stendere un disco di pasta sul foglio di carta da forno più largo del fondo della tortiera, forare con la forchetta, cospargere di parmigiano grattugiato.
 

Con la frusta, mescolare in una ciotola grande la farina con il latte, aggiungere le uova uno alla volta , il formaggio, sale, e l'origano. Versare le cipolle con le patate nella ciotola e mescolare bene.
Versare il tutto sulla base di brisée. ribaldare il bordo verso l'interno.
 
Cuocere in forno per 35-40 minuti, a 180°C.Si mangia tiepida, ma è buona anche fredda.